Secondo H. Gardner, il cervello umano è predisposto per attivare, sviluppare e potenziare ben 9 intelligenze, anche se necessita degli stimoli adeguati per poter trasformare le potenzialità in abilità.


Questa teoria demolisce la teoria classica dell’intelligenza come dote innata, fissa, misurabile attraverso il Q.I. (Quoziente di Intelligenza) che considera solo due abilità, verbale e logico-matematica. Il Q.I. prevede la somministrazione di test (con risposte prefissate), che secondo Gardner riguardano solo il livello di apprendimento (prevalentemente mnemonico) tipico della società e della cultura occidentale.


Secondo la Teoria delle Intelligenze Multiple, invece, ogni individuo sviluppa in modo diverso e personale diverse abilità intellettive: ognuno di noi possiede quindi un proprio profilo intellettuale diverso e specifico, che può potenziare ed arricchire nel corso di tutta l’esistenza.


I genitori e gli insegnanti hanno quindi un ruolo cruciale nello sviluppo delle menti dei bambini e dei ragazzi, che necessitano di un contesto ricco di stimoli, incoraggiamento e possibilità di sperimentare (e sbagliare!).

Ma prima di tutto, ogni insegnante ha il dovere di proporre attività diversificate per poter offrire a ciascun allievo la possibilità di attivare, sviluppare, migliorare e/o potenziare ogni intelligenza.


Inizialmente Gardner aveva individuato 7 intelligenze, in seguito ne ha aggiunte altre due, portandole a 9:


1.Verbale/linguistica

2.Logico/matematica

3.Musicale

4.Spaziale

5.Corporeo/cinestetica

6.Sociale (relazionale)

7.Personale (introspettiva)

8.Naturalistica

9.Spirituale (esistenziale)

Leggi anche:

INTELLIGENZE  MULTIPLE

È l’abilità di riuscire a esprimersi con facilità, facendosi capire, di imparare facilmente le lingue. È l’intelligenza di avvocati, oratori, scrittori e poeti, di chi ama le parole e riesce facilmente a impararne di nuove; di chi dedica spontaneamente alcuni momenti del tempo libero alla lettura di libri e/o giornali, ma anche a risolvere giochi di parole (cruciverba, rebus, anagrammi, Scarabeo,…).

Intelligenza 1

VERBALE - LINGUISTICA

È l’abilità di considerare tutti gli aspetti della vita come problemi da risolvere, utilizzando in modo logico gli elementi a disposizione, fare operazioni matematiche, chiedersi il perché delle cose, ragionare in modo scientifico sui fatti. Chi la sviluppa in modo particolare può diventare matematico o scienziato, ma c’è anche chi impara facilmente numeri di telefono o codici; c’è perfino chi riesce a battere una calcolatrice o chi riesce a risolvere facilmente indovinelli o enigmi.

Intelligenza 2

LOGICO - MATEMATICA

È l’abilità di imparare a suonare uno o più strumenti musicali, di riconoscere facilmente melodie e ritmi, e saperli riprodurre, di riuscire a leggere le note musicali, ma anche di produrre variazioni di brani conosciuti o addirittura di creare musica nuova.

Chi ha sviluppato questa intelligenza ama lavorare con un sottofondo musicale, ma può anche capitargli di “sentire una musica in testa”, ritrovarsi a battere un ritmo che solo lui può seguire.

Non ha nulla a che fare con le stelle e i pianeti! È l’abilità di valutare correttamente gli spazi, di riconoscere facilmente forme e colori, di rappresentarsi mentalmente oggetti da punti di vista diversi, di individuare particolari; chi ha sviluppato questa intelligenza ha un buon senso dell’orientamento, ama scoprire percorsi diversi, ama anche i giochi di strategia, come gli scacchi o di abilità spaziale, come i labirinti o i puzzle, di solito riesce a imparare con facilità a utilizzare il computer.

È il talento di saper usare al meglio il proprio corpo o parti di questo. Ballerini, attori, atleti sono i campioni di questa intelligenza, importante anche per artigiani, chirurghi, disegnatori tecnici e per altre professioni che richiedono capacità di controllo delle mani. L’allenamento è la prima componente dell’intelligenza corporea, o motoria; le stesse zone del cervello che si attivano per ripetere un movimento, si attivano anche nell’osservare un altro che lo compie.

È la capacità di comprendere e apprezzare le differenti personalità che si incontrano, capire ciò che le motiva, i loro bisogni, ma anche al modo in cui si può farle sentire a proprio agio e soddisfatte di essere in nostra compagnia. Una buona intelligenza sociale aiuta a lavorare in gruppo, a stabilire buone relazioni, a capire il mondo.

È una delle intelligenze più importanti, perché saper andare d’accordo con gli altri è indispensabile per sopravvivere ed avere successo.

È la capacità di capire se stessi, i propri desideri, emozioni, sentimenti, attitudini, e le motivazioni che ci spingono ad agire in un certo modo; comprende anche la capacità di usare queste conoscenze per regolare la propria vita.

È una delle meno stimolate nella nostra cultura, eppure ha un’importanza vitale nelle decisioni fondamentali della nostra vita, come decidere chi diventare, che lavoro fare, chi sposare.

È l’abilità di riconoscere facilmente elementi della natura: esseri viventi (piante, animali) e non viventi (minerali), di individuare somiglianze e differenze; chi ha sviluppato questa intelligenza ama fare collezioni, raccogliere e classificare campioni; ama assistere a documentari, è curioso di conoscere i meccanismi che regolano i fenomeni naturali, desidera scoprire il perché delle cose. Ma comprende anche amore e rispetto per la natura, coscienza ecologica, impegno per l’ambiente.

È la capacità di sentirsi parte dell’umanità, di superare il proprio interesse personale per raggiungere una maggiore compassione per tutti gli esseri viventi.

È il chiedersi il perché, il senso della nostra vita, della morte, del bene e del male...

È un passo in più rispetto alle intelligenze Personale e Sociale.

È un naturale progresso che parte dalla conoscenza, dall’apprezzamento e dalla comprensione di sé, attraverso la conoscenza, l’apprezzamento e la comprensione degli altri, per arrivare alla conoscenza, l’apprezzamento e la comprensione di tutte le creature dell’universo.

Recentemente, Gardner ha individuato 5 nuove abilità intellettive, che ha chiamato Chiavi per il Futuro (non sono in aggiunta, ma un superamento delle precedenti 9)


1.Disciplinare: la padronanza delle maggiori teorie e interpretazioni del mondo (comprese scienza, matematica, storia);

2.Sintetica: la capacità di integrare idee e conoscenze di diverse aree disciplinari in un insieme coerente;

3.Creativa: la capacità di affrontare la soluzione di problemi nuovi;

4.Rispettosa: la consapevolezza delle differenze tra uomini e culture diverse;

5.Etica: la consapevole accettazione della propria responsabilità personale e generale.

Intelligenza 3

MUSICALE

Intelligenza 4

SPAZIALE

Intelligenza 5

CORPOREO - CINESTESICA

Intelligenza 6

SOCIALE - RELAZIONALE

Intelligenza 7

PERSONALE - INTROSPETTIVA

Intelligenza 8

NATURALISTICA

Intelligenza 9

SPIRITUALE - ESISTENZIALE

Testo di Roberta Piccoli


Teoria delle Intelligenze Multiple di Howard Gardner

LSA

Learning Strategies Academy

0444.041090

342.8056575

CHI SIAMOCHI_SIAMO.html
CONFERENZEPNL_CONFERENZE.html
CORSIPNL_CORSI.html
CONTATTICONTATTI.html
LSSTRATEGIE_DI_APPRENDIMENTO.html
BLOGBLOG.html
PNLPNL_PROGRAMMAZIONE_NEURO_LINGUISTICA_CORSI.html
J. GRINDERPNL_John_Grinder.html